La Carovana antimafie internazionale

La fondazione Carovana antimafie, nata circa 18 anni fa per iniziativa di Arci, Libera ed Avviso Pubblico, con la collaborazione di Cgil, Cisl e Uil, anche quest’anno testimonia la sua presenza ed il suo impegno attraverso il rafforzamento del suo carattere internazionale. Il tour della Carovana antimafie è partito a Roma lo scorso 11 Aprile e si concluderà l’11 Ottobre con la sua ultima tappa prevista in Sicilia, un lungo cammino che si compierà in circa 80 giorni per attraversare le diverse regioni italiane, ed oltrepassare anche le Alpi con alcune tappe programmate in Francia, visitando le cittadine di: Nizza, Tolone, Marsiglia, Bastia e la capitale Parigi. I luoghi che accolgono il viaggio civile e sociale della Carovana organizzano delle iniziative quali: dibattiti, convegni e delle testimonianze di familiari di vittime di mafia, incontri che si caratterizzano solitamente per un profondo valore simbolico, per sensibilizzare le istituzioni ed i cittadini.

Gli incontri con la cittadinanza, inoltre, prevedono differenti manifestazioni di vario carattere come: cene della legalità in cui si portano in tavola i prodotti delle terre confiscate alle mafie, diversi spettacoli, momenti di animazione nelle scuole e l’esposizione di una mostra grafica dedicata alle vittime di mafia. L’iter della Carovana sarà scandito, da una tappa all’altra, da una sorta di passaggio del testimone, durante questi momenti si assiste all’arrivo ed alla partenza dei due furgoni di Carovana con a bordo i protagonisti che si impegnano in questo tour per dire no alla mafia. Per ricordare ogni tappa si redigono dei diari di bordo, e vengono anche realizzati da video maker o documentaristi del posto dei corti, i quali verranno alla fine raccolti in un documentario. Durante ogni tappa poi si contribuisce alla creazione della bandiera della legalità democratica: un pezzo di stoffa con il nome della città visitata viene aggiunto su questa bandiera che rappresenta il simbolo della Carovana. In Calabria sono previste tre tappe: 28 Maggio – Crotone, 29 Maggio – Lamezia Terme, 30 Maggio – Reggio Calabria. Si darà spazio alla riflessione ed al confronto con associazioni e cittadini comuni attraverso la partecipazione ad iniziative che si svolgeranno presso il Liceo Scientifico “Filolao” di Crotone, il Liceo “Tommaso Campanella” di Lamezia Terme e presso la sede del Consiglio Regionale della Calabria (Bottega della legalità).

About admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.