Guida turistica Torremaggiore

Torremaggiore è un comune italiano della provincia di Foggia, in Puglia un territorio caratterizzato dal clima mediterraneo, con inverni freddi e estati molto calde; dopo la costruzione della diga di Occhito avvenuta negli anni ’60, il tasso di umidità generando la comparsa di nebbia. Questa zona è spesso battuta da venti molto forti. Il passato di Torremaggiore è legato al Monastero Terrae Maioris e al borgo medievale di Castel Fiorentino; i cui ruderi si trovano nei pressi della strada provinciale San Severo-Castelnuovo della Daunia a circa 10 km dalla cittadina.

guida-turistica-torremaggiore

La città anticamente fu un antico borgo bizantino di frontiera, soggetto ai normanni, poi agli svevi e in ultimo agli angioini; in questi luoghi soggiornò l’imperatore Federico II, e lì deceduto nella sua residenza nel 1250. Nel 1255 invece il borgo fu attaccato dalle truppe di papa Alessandro IV, nemico degli Svevi.

Il popolo vittima di guerriglie e assedi fu decimato, i superstiti di Fiorentino e Dragonara, unitamente agli abitanti del casale abbaziale di Terra Maggiore si riunirono fondando cosi la cittadina di Torremaggiore che prende il suo nome dalla torre normanna che tuttora costituisce il nucleo più antico del Castello Ducale.

Torremaggiore è nota anche perché per ben cinque secoli, fu il feudo governato dalla nobile famiglia de Sangro, principi di San Severo e duchi di Torremaggiore. Il 30 luglio 1627 un devastante terremoto distrusse tutti i centri urbani dell’Alto Tavoliere; anche Torremaggiore fu quasi completamente distrutta dal sisma. Nel 1862, erano attive nella zona varie bande di briganti, e contemporaneamente nei pressi della città ci fu una aspra battaglia tra un plotone dell’ottavo reggimento di fanteria e l’armata di Carmine Crocco, noto brigante della Basilicata. Le truppe regie vennero sconfitte e molti militari rimasero uccisi, compreso il capitano Francesco Richard.

Una terra piena di storia e di gesta del passato, ma anche una terra solare e generosa, famosa per i suoi prodotti prelibati e la sua gustosa cucina, famosa per le spiagge e i paesaggi naturali che ne fanno una delle Regioni italiane più attive per il turismo; rinomati e esportati in tutto il mondo sono i vini i formaggi e l’olio prodotti in questo territorio tramite lavorazioni e processi produttivi che ancora si rifanno alla tradizione e all’artigianalità pugliese. Meravigliose terre dove si possono ammirare le coltivazioni degli olivi, alberi centenari dalle forme bizzarre e dai frutti preziosi che vengono trasformati in olio sopraffino, simbolo della tradizione locale.

About admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *